|  Login
Interrogazione Metanizzazione Monsanto mercoledì 20 febbraio 2019
INTERROGAZIONE METANIZZAZIONE MONSANTO Riduci

INTERROGAZIONE del 23/03/2015

Oggetto: Interrogazione del gruppo Obiettivo Comune sui lavori di metanizzazione di Monsanto.


Premesso che con Delibere Giunta Comunale n. 41 e 46 del 2014 è stato approvato il progetto esecutivo per la metanizzazione della frazione di Monsanto e la convenzione con la società Centria S.r.l. (relativamente al tratto di rete che si sviluppa sul territorio del Comune di Poggibonsi);

 

Rilevato che i lavori sono iniziati nel periodo estivo dello scorso anno e sono tuttora in corso;

Rilevato altresì che i lavori di realizzazione della conduttura principale di adduzione, che si sviluppa lungo la strada comunale per Monsanto, sono partiti dalla frazione stessa in direzione di valle e da diverse settimane risultano fermi in corrispondenza del confine comunale con Poggibonsi;

Considerato che la metanizzazione della frazione di Monsanto è un’opera richiesta ed attesa dai residenti da oltre dieci anni e più volte promessa dalle varie amministrazioni comunali;

Ritenuto che la mancata prosecuzione dei lavori sul territorio di Poggibonsi comprometta di fatto quanto fin qui realizzato;

 


SI CHIEDE

1. Quali sono i motivi per i quali non sono in corso i lavori di costruzione della conduttura principale di adduzione del gas metano nel territorio del Comune di Poggibonsi;

2. In quale punto la nuova conduttura sarà allacciata alla rete del gas metano esistente;

3. A che punto sono i lavori di realizzazione degli allacciamenti all’interno della frazione e quale è il numero di utenze previsto;

4. Se sono state fatte delle varianti i corso d’opera al progetto a suo tempo approvato;

5. Quale sarà il costo totale dei lavori e come saranno ripartiti fra i vari soggetti interessati;

6. Quale è la data prevista per l’inizio dell’erogazione del gas metano nella frazione di Monsanto.

 

 

 

 


 

COMUNICATO STAMPA

 

METANIZZAZIONE MONSANTO:

DOPO TRE MESE DALLA SCADENZA PREVISTA, IL GESTORE SENESE NON HA INIZIATO I LAVORI.

GRAZIE ALL’INTERROGAZIONE DI OBIETTIVO COMUNE SCOPRIAMO CHE L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE NON SA QUANDO SARANNO COMPLETATI I LAVORI.

 

 

 

Il metano a Monsanto continua ad essere un miraggio: quando sembra a portata di mano, si allontana all’improvviso!

 

Breve storia: l’opera è richiesta a gran voce da oltre dieci anni dai cittadini della popolosa frazione confinante con Poggibonsi. Le amministrazioni guidate dal Sindaco Semplici hanno prima cercato di farla sembrare un’opera faraonica ed irrealizzabile per convincere i residenti ad accettare il teleriscaldamento a cippato (e vedremo poi cosa sta venendo fuori dove è stato realizzato…). Vista la reazione dei cittadini, e l’avvicinarsi delle elezioni, l’opera faraonica divenne realizzabile guarda caso con una cifra analoga a quella che Obiettivo Comune aveva già annunciato prima delle elezioni del 2009: poco meno di 500.000 Euro. Infine sono stati approntati i progetti e soprattutto gli accordi con i due gestori: Toscana Energia per la provincia di Firenze e Centria per quella di Siena.

 

Lo scorso anno i lavori sono iniziati partendo da Monsanto e sono stati realizzati la condotta principale ed i vari allacciamenti nella frazione. Da parecchie settimane i lavori si sono interrotti in corrispondenza del confine fra i comuni di Barberino e Poggibonsi.

 

Nel silenzio di tutti i soggetti coinvolti, Obiettivo Comune ha presentato un’interrogazione nel Consiglio Comunale del 26 marzo scorso.

 

Le risposte del Sindaco sono state precise e per questo ancora più sconcertanti: in pratica il tratto di rete nel comune di Poggibonsi doveva essere realizzato da Centria ed i lavori dovevano iniziare entro il 31.12.2014. A tre mesi di distanza non è stato fatto nulla e solo ora l’Amministrazione di Barberino ha convocato una riunione per “sbloccare” la situazione. Riunione poco fruttuosa dato che il Sindaco non ha potuto indicare una data di inizio e di fine dei lavori.

 

Ciliegina sulla torta: proprio in questi giorni, nel tratto di strada nel Comune di Poggibonsi che dovrebbe essere interessato dai lavori, stanno facendo degli scavi per interrare una condotta dell’acqua sullo stesso tracciato che dovrà seguire quella del metano. Non si poteva cogliere l’occasione ed utilizzare un unico scavo? I Comuni hanno la cognizione di quello che succede sui loro territori?

 

Nel programma elettorale di Obiettivo Comune era prevista una precisa strategia di gestione del sottosuolo proprio per ridurre ed ottimizzare gli scavi (e quindi i costi).

 

Non possiamo fare a meno di sottolineare come questo sia un altro effetto della scarsa qualità e superficialità dell’amministrazione. Di quella guidata da Maurizio Semplici che ha troppo ritardato quest’opera concludendo poi accordi poco vantaggiosi con il gestore senese (ad esempio: perché i lavori non sono stati affidati ad un’unica impresa?). E anche di quella guidata da Giacomo Trentanovi che non ha esercitato il controllo necessario e che ha aspettato tre mesi per chiedere conto a Centria del mancato inizio dei lavori.

 

Nel frattempo Monsanto continua ad aspettare… e a spendere.

 

         



Home  |  Un pò di storia  |  Il Movimento Civico  |  Il Consiglio Comunale  |  Contatti
Copyright (c) 2000-2006
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation